UNE FAMEE IN AFIT va in pensione.


5 mesi di preparazione, 110 ore di prove, 12 repliche, quasi 2000 spettatori, 6 sold-out.

Questi sono i numeri che descrivono cosa Une famee in afit sia stato per la nostra compagnia teatrale. È stato un percorso di crescita per i nostri attori, non sempre facile, ma proprio per questo molto appagante.

Il primo ad essere soddisfatto di questa stagione è il nostro regista, Pino Serafini, che ha voluto scommettere su questo testo, conscio delle capacità dei suoi attori. In effetti, le quasi due ore di spettacolo in quattro attori, le battute serrate che richiedevano notevole ritmo, i repentini cambi d’umore dei personaggi, con i loro tic e le loro manie  hanno preoccupato non poco i nostri attori, ma la domanda che tutti ci ponevamo era: “Piacerà?”

Già, eravamo preoccupati che potesse non piacere perché non era la solita storia fatta di battute comiche, con location tipicamente friulane. No, era una storia attuale, con una scenografia moderna, con una comicità fatta più di situazioni, di espressioni, di mimica più che di battute di spirito. Invece con nostra grande soddisfazione la location è piaciuta molto e la storia pure.

Buona parte del merito va a Giuseppina Cattaneo, che ha steso un copione scritto davvero bene. Merito suo è stato il fatto di non confessarci immediatamente che fu commissionato da una attrice professionista per attori professionisti, che poi non è riuscita a metterlo in scena perché non trovò i fondi necessari: se lo avessimo saputo, forse non ci saremmo sentiti all’altezza, ci saremmo spaventati e non lo avremmo scelto. Noi siamo davvero orgogliosi di essere la prima compagnia ad averlo messo in scena. A “Giusi” il nostro ringraziamento per l’entusiasmo con cui ci ha spronato e seguito.

Per una piccola compagnia teatrale come la nostra, è stata una emozione indescrivibile calcare palcoscenici importanti come il Ristori di Cividale, il Miotto di Spilimbergo ed il Menossi di Udine, ma non meno emozionanti sono state tutte le altre serate in cui ci siamo esibiti.

Vorremmo ringraziare ogni singolo spettatore che è venuto a vederci, ringraziamo tutti coloro che ci hanno invitato a salire sui loro palchi. I numerosi complimenti ricevuti ci ripagano di tanto lavoro, ma ci caricano della responsabilità di fare sempre meglio.

Chi non è potuto venire a teatro, può vedere lo spettacolo cliccando qui.

Arrivederci a presto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.